Italia / Storia

L'evacuazione tedesca


Condividi


L'operazione Lehrgang – dispiegatasi tra il 10 e il 17 agosto – portò all'evacuazione delle truppe e dei mezzi bellici dell'Asse dalla Sicilia verso la Calabria.

L'evacuazione delle truppe dell'Asse dalla Sicilia, conosciuta con il nome in codice di operazione Lehrgang, ebbe luogo dall'10 al 17 agosto. In ragione della rapida e inarrestabile avanzata delle truppe angloamericane in Sicilia Albert Kesselring, comandante supremo delle forze tedesche in Italia, approvò le operazioni di evacuazione, che vennero condotte congiuntamente dalla marina tedesca e da quella italiana sotto la supervisione del capitano Gustav Freiherr von Liebenstein.

Essenziale per il buon esito della missione fu la disponibilità dei Siebelfähren, maneggevoli ma capienti mezzi da sbarco – equipaggiabili anche con mitragliere –, progettati nel 1940 dal progettista Friedrich Wilhelm Siebel; essi avevano una capacita di 50 tonnellate e 150-200 uomini e potevano spostarsi, a pieno carico, a una velocità di 7 nodi, permettendo dunque di completare la traversata dello stretto in circa mezz'ora, così da giungere in uno dei dieci approdi realizzati per completare l'operazione di trasferimento.

Grazie anche all'efficace sostegno della difese aeree installate per proteggere l'area dello stretto su entrambi versanti (più di cinquecento pezzi di artiglieria), il trasporto verso la Calabria delle truppe e dei mezzi poté essere portato a termine con un numero estremamente ridotto di perdite. I comandi alleati erano del resto a conoscenza della consistenza dell’apparato difensivo messo in piedi dalle forze dell'Asse sulle due sponde dello stretto e non erano disposti a mettere a repentaglio in misura significativa uomini e mezzi per bloccare il trasferimento.

Complessivamente, nel giro di poco più di una settimana vennero trasbordati più di centomila soldati (quasi 40.000 tedeschi e più di 60.000 italiani), più di 9000 veicoli e carri armati, oltre a migliaia di tonnellate di munizioni e materiale militare.

Per poter portare a termine l'operazione Lehrgang – una sorta di Dunkerque italo-tedesca – fu necessario rallentare l'avanzata delle forze alleate ed essenziale in tal senso si rivelò lo sforzo bellico che rallentò gli angloamericani (le truppe britanniche in particolare) sulla linea San Fratello: il trasbordo delle truppe dell'Asse ebbe inizio quando ancora si combatteva, ad esempio, a Brolo.