Italia / Storia

La linea San Fratello


Condividi


La linea San Fratello rappresentò l'ultima linea difensiva organizzata dalle forze dell'Asse per rallentare l'avanzata degli angloamericani in Sicilia.

Dopo lo sbarco sulle coste sudoccidentali e sudorientali della Sicilia, i comandi militari dell'Asse decisero di concentrare la loro forze per allestire una linea difensiva tra i monti Nebrodi e l'Etna che potesse arginare la corsa degli angloamericani verso Messina. 

La linea San Fratello, detta anche linea dell'Etna o linea Hube – dal nome del generale Hans-Valentin Hube, dalla metà del mese di luglio incaricato del commando delle truppe tedesche in Sicilia – doveva contrastare l'avanzata delle truppe anglo-americane durante l'operazione Husky. Essa passava tra i comuni di San Fratello, Cesarò, Troina, Adrano, Biancavilla e Acireale, descrivendo un arco tra i paesi meglio difendibili del vertice nordorientale dell'isola. A difenderla furono la 1a divisione Hermann Göring, la 15a Panzergrenadier, la 29a Panzergrenadier e le divisioni italiane Aosta e Livorno: alcuni dei più cruenti scontri dell'operazione Husky avvennero proprio lungo la linea San Fratello. A Troina, arroccata su un'altura, i soldati tedeschi della 15a divisione Panzergranadier e la divisione Aosta si asserragliarono dall'1 al 5 agosto resistendo agli attacchi statunitensi, portati avanti anche con il sostegno dell'artiglieria e dell'aviazione; gli intensi bombardamenti americani produssero notevoli distruzioni nell'abitato di Troina e più di un centinaio di vittime fra i civili. Numerose furono le perdite anche fra i belligeranti: la 15a divisione Panzergrenadier perse a Troina più di 1600 soldati. Nella note fra il 5 e il 6 agosto i tedeschi si ritirarono verso Cesarò. 

Sulla linea etnea del fronte battaglie particolarmente importanti e cruente si svolsero a Centuripe e ad Adrano. A Centuripe, fra il 2 e il 4 agosto, la 78a divisione di fanteria britannica, sostenuta dall'aviazione alleata, riuscì nell'impresa di conquistare un punto strategico strappandolo alla divisione Göring; si aprì così la strada per giungere ad Adrano dove, assieme alla 1a divisione di fanteria canadese ingaggiò un altra battaglia con la divisione Göring: il commune etneo venne liberato il 7 agosto 1943.